La Sostenibilità Vera

Vendere vino è un’arte! Oggi i più “esperti commerciali” inventano nuovi termini nella speranza di convincere il degustatore che quello che ascolta con le sue orecchie lo ritroverà nei sensi coinvolti nell’assaggio di un vino.

Se “acidità”e “freschezza” sono i termini cult del momento, “sostenibilità aziendale nel processo produttivo” è il motto che fa la differenza, a  patto che sia vero.

Sarebbe molto meglio accertarsi del fondamento di quelle parole e magari essere sicuri che il concetto di sostenibilità sia veramente esistente all’interno dell’azienda. Ma cosa si intende per sostenibilità?

Un’affermazione che sicuramente rispecchia come una azienda (o meglio un territorio) ha compreso il tema è sicuramente quella di Sandro Gini, presidente del Consorzio del Soave: “un sistema in grado di rimanere saldo e assicurare reddito ma capace di intraprendere scelte coraggiose per la salvaguardia ambientale”.

Non è un caso che proprio il territorio del Soave  pochi mesi fa abbia ottenuto il riconoscimento di “patrimonio agricolo di rilevanza mondiale”, primo in Italia e riconosciuto dal Comitato Scientifico della Fao nel programma Global Important Agricultural Heritage System. Un percorso lungo, che ha coinvolto le aziende agricole, i tecnici ed i cittadini del territorio, per ottenere un riconoscimento del quale effettivamente ci si può fregiare quando nel parlare dei propri vini si cita la sostenibilità.

Comunicare in maniera nuova il vino non deve prescindere dalla verità delle parole espresse, alle quali devono seguire i fatti.

E’ Italia intera in tutto ciò? Si susseguono da nord a sud operazioni di sostenibilità il cui punto di partenza è esattamente quello di arrivo, vale a dire l’aspetto puramente commerciale. Esattamente l’opposto di quello che il Consorzio del Soave ha sviluppato in questi anni, nei quali ha posto come obiettivo non l’aspetto economico ma quello puramente ambientale, giungendo oggi a dimostrare come sia possibile tutelare 13000 ettari di territorio tanto da essere considerati oggi tra i “migliori conservati al mondo”

Nell’intervento in esclusiva per noi il Presidente Sandro Gini è fiero e diretto quando esprime che il riconoscimento mette in risalto “la capacità del sistema Soave con i suoi produttori di aver accudito nel tempo una realtà produttiva con coerenza e lungimiranza senza perdere di vista identità paesaggistica ed equilibrio economico”

Molte cantine storiche hanno rivalutato le loro strutture con una impronta più sostenibile e altre, come il progetto che si sta concretizzando in questi anni nel Salento, nascono già con una filosofia che mira alla salvaguardia ambientale in tema di sostenibilità. Tenuta Liliana punta già nel vigneto a salvaguardare una risorsa preziosa, l’acqua. Tutto nasce dalla riflessione che sono necessari ben 14 litri di acqua per produrre un solo litro di vino, utilizzati sia per il mantenimento delle viti ma anche per i numerosi lavaggi in fase di preparazione del mosto. E’ importante risparmiare questa risorsa. E per farlo già nel vigneto, Tenuta Liliana, azienda agricola del Dottor Antonio Intiglietta, sotto la guida esperta del WineMaker Andrea Fattizzo, si è dotata di un sistema di monitoraggio del fabbisogno idrico del vigneto più alto del Salento. Risorse ingegneristiche locali, (Progetto “AGRI – Agricoltura: Gestione e Risparmio Idrico, Apphia srl, Lecce) hanno dotato l’impianto vitivinicolo della Contrada Specchia di sensori atti a supportare, in via remoto h24, il processo decisionale del personale addetto alla cura del vigneto. Eventuali situazioni di allarme o la decisione di quando e soprattutto quanto irrigare vengono gestite tramite il metodo FAO Penman-Monteith che calcola l’evapotraspirazione e l’umidità del terreno. Efficacia dell’utilizzo della risorsa idrica è senza dubbio il principale beneficio che Tenuta Liliana può ottenere in termini di sostenibilità di un vigneto che si appresta ad essere cullato da sapienti mani ed impianti estremamente tecnologici.

Ufficio Marketing Tenuta Liliana

Contact Us

We're not around right now. But you can send us an email and we'll get back to you, asap.

Illeggibile? Cambia il testo. captcha txt

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito Web e non possono essere disattivati nei nostri sistemi.

In order to use this website we use the following technically required cookies
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi